Sapete tenere in mano La macchina fotografica?

image

Si, si figurati, certo che si. Eppure vedo le cose più assurde, esiste una modalità corretta anche per questo.

Spesso mi capita di vedere persone che ondeggiano con la macchina fotografica storta in posizioni che nemmeno Carla Fracci oserebbe tenere! Come nell’illustrazione sopra.

La postura giusta vi serve ad evitare mosso, soprattutto in situazioni di scarsa luce, durante la fase di scatto si deve:

– Tenere i piedi leggermente aperti, con il busto ben centrato sull’asse dei piedi e un piede pochi centimetri più avanti.

– Inquadrate SEMPRE dal mirino

– Piegate i gomiti e teneteli vicini ai fianchi. Così: image

– Una mano deve tenere il corpo della reflex da sotto e le dita devono prolungarsi sull’ottica. Il palmo deve essere rivolto verso l’alto in modo che le dita possano intervenire sulle ghiere di messa a fuoco e sulla posizione dello zoom. L’altra mano sta sull’impugnatura della reflex, ben salda, con l’indice sul pulsante di scatto. Così:

image

– Se manca luce e quindi anche il cambio di tempo di uno Stop può determinare la riuscita di una foto non mossa, trattenete il respiro durante lo scatto, per eliminare le vibrazioni.

– Non usate tempi troppo lunghi, anche questo dipende dall’obiettivo che avete (luminosità) e dalla luce nella scena che si fotografa. Io non riesco a utilizzare tempi più lunghi di un 1/30 senza avere un leggerissimo mosso.

– La regola dice che il tempo di sicurezza al di sotto del quale avremmo mosso, si stabilisce in base alla lunghezza focale, per esempio su un 200mm si dovrebbe usare 1/250 di secondo. In sostanza la lunghezza focale si trasforma nel tempo di scatto più simile trasformandola in secondi. Se montiamo un 500mm state da 1/500 in su (1/750-1/1000 di secondo)

– in alternativa usate i cavalletti o sfruttate gli appoggi naturali.

Tutto questo serve se, quello che volete ottenere è una foto senza mosso. Se l’esigenza è differente e volete ottenere foto mosse, non avrete problemi di postura e la stabilità dell’ottica e del vostro corpo, passa in secondo piano.

Se vi becco ancora in giro in posizione ostacolista mentre scattate, non vi voglio più bene.

Ciao

Sara

13 pensieri su “Sapete tenere in mano La macchina fotografica?

  1. Ottimo post.. La gente tende a trascurare l’importanza della corretta postura da tenere durante uno scatto.. Brava Sara

      • Allora io sono vecchia scuola…ricordo di aver letto tantissimi anni fa, sulla mitica rivista Nuova Fotografia, un articolo dove venivano descritte le tecniche per impugnare la fotocamera: per lo scatto in verticale diceva “pulsante in basso e braccio destro attaccato al corpo…” miseria, pensandoci almeno 35 anni fa ! Un saluto, ciao !

  2. La posizione conta tantissimo, l’ultima impresa per me è stata una foto con il 180mm a 1/15 di sec …
    una cosa che conta oltre alla posizione è la respirazione.
    ps: ciao Sara!

  3. La regola tempo sicuro = lunghezza focale vale fino al 50mm… Con ottiche più corte vale sempre la soglia a 1/30 di sec (per chi ce la fa: io spesso a 1/30 ho risultati un po’ mossi…).
    Per il resto concordo su tutto ma… in verticale pulsante sopra!
    Ciao e grazie

  4. Sara non hai sbagliato, nello scatto verticale la mano destra va tenuta in alto.
    Con ottiche 50mm 1/30 di secondo è un tempo sufficientemente sicuro ma con ottiche più corte certo che si può scendere, alla focale 14mm si può scattare a 1/8 anche senza VR, e parlo di sensori da 36Mp dove il micromosso si legge facilmente.

  5. …..Comunque al di là delle regole, che pure servono, molte cose sono anche soggettive e dipendono dalle “attitudini” di ognuno. Un saluto a tutti e grazie.

Rispondi