Ancora posti per questi workshop da Musa

Buongiorno, ci sono ancora posti disponibili per alcuni corsi da Musa.

Ti aspettiamo!

Spero ci sia qualcosa che possa interessarvi e coinvolgervi! Baci Sara

Corsi di reportage

Street Photography  con Alex Liverani  3 posti disponibili data 16/17 Marzo

Reportage  posti disponibili data 18/19 Maggio

Smartphone photography  posti disponibili data 23Marzo

Corsi sulla creatività

Portfolio fotografico, idee, perché e come fare  6 posti disponibili data 4 Maggio

Corsi di fotografia teorici

Lettura immagine e linguaggio  2 posti disponibili data 9 Marzo

Lezioni dai grandi maestri della fotografia posti disponibili Data 8 Maggio

Photoediting posti disponibili data 7 Marzo

Come ci si presenta ad una galleria posti disponibili data 31 Marzo

Ricerca dello stile personale 3 posti disponibili data 6 Aprile

Sentire la fotografia  3 posti disponibili data 18/19 Maggio

Corsi di ritratto

Scatti in danza posti disponibili data 13 Aprile

Paesaggio e architettura

Il banco ottico posti disponibili data 27/28 Aprile

Annunci

Tina Modotti, un romanzo.

71q896AsKWL

Ebbene oggi voglio parlare di un libro che di fotografia parla poco in realtà, ma che parla di una grande donna, vissuta in un periodo storicamente molto controverso e politicamente attiva quando il mondo, uscito dalla prima guerra mondiale, si preparava inconsapevolmente ad affrontare la seconda.

Tina Modotti fu legata sentimentalmente a Edward Weston, fotografo all’epoca già affermato,  dal quale assorbi fotograficamente tutto e dal quale, fotograficamente, si staccò, nel momento in cui sentì la necessità di seguire un percorso diverso.

L’attività politica la costrinse a vivere con identità diverse, in giro per il mondo a volte impegnata in missioni impostele dagli organi superiori del partito, altre volte come volontaria spinta dal bisogno di allontanarsi da un mondo che, mostrando le sue contraddizioni, iniziava a starle stretto; un’attività politica che non le impedì (forse agevolò) il contatto con grandi personalità  come Diego Rivera, Frida Kahlo, Hernest Hemingway e Robert Capa.

 Ma se il libro parla poco di fotografia, allora perché infilarsi fra le sue pagine?

In primo luogo perché penso che Cacucci racconti in modo magistrale la storia di una vita e la personalità di una donna nella quale la fotografia ebbe un ruolo importante, anche se non preponderante; poi perché sono convinta che, per comprendere davvero il percorso fotografico di una persona, sia importante conoscere le ragioni che l’hanno spinta a seguire una strada piuttosto che un’altra, e conoscere il contesto nel quale le sue immagini sono nate diventa fondamentale per riuscire a farlo.

Infine e come conseguenza diretta, perché descrive il contesto storico nel quale fu immersa e morì Gerda Taro (compagna di Robert Capa), per la quale la fotografia ebbe un ruolo tutt’altro che marginale, aiutando a comprenderne meglio la storia.

Il parallelismo fra le due figure, poi, è quasi scontato: entrambe legate a due grandi fotografi e mosse da ideali molto forti, scelsero però strade diverse e diedero un ruolo diverso alla fotografia.

Due persone di cui, solo ben dopo la morte, si è compreso, forse,  il coraggio e  il vero valore.

Per acquisto del libro

Per approfondire:

91OiFpkuQdL

Tina Modotti fotografa di V. Agostinis Per acquisto

71ULjZTYG+L

Vita arte e rivoluzione. Lettere a Edward Weston (1922-1931). Di Tina Modotti e V. Agostinis Per acquisto

Alec Soth con Francesco Zanot

Sul sito sono apparsi altri due articoli relativi all’autore di cui parleremo oggi, questo quindi è solo un altro spunto per approfondirne la conoscenza.

Si tratta di una lunga intervista, un piacevole percorso attraverso le immagini e il lavoro di Alec Soth.

Come ho scelto il libro?

71nyETrC5ZL

Ho visto la foto di copertina vagando nella rete alla ricerca di qualcosa da leggere, mi ha fatto pensare a un vecchio albergo a tre stelle un po’ polveroso, con un immenso bisogno di essere ristrutturato, così mi sono chiesta chi l’avesse scattata dove e perché.

Ho cercato il nome dell’autore scoprendo che l’immagine fa parte di Niagara, uno dei suoi principali lavori e dopo aver gironzolato fra questi ultimi mi sono convinta ad approfondirne la conoscenza.

Ebbene, il testo in questione può essere visto come un modo informale per scoprire alcune delle scelte fatte da Soth durante la produzione dei suoi lavori ed è sicuramente adatto anche a coloro i quali hanno poco tempo a disposizione da dedicare alla lettura: bastano davvero dieci minuti e non si rischia di perdere il filo del discorso, perché in un botta risposta, che prende spunto da  78 immagini in successione casuale e tratte da diversi lavori, il testo affronta in modo rapido le scelte stilistiche, i dubbi e le modalità di lavoro di Soth.

Leggendo si ha come la sensazione di essere seduti davanti a un tavolo da Ping Pong (il titolo della versione in inglese “ping pong conversation” non dev’essere casuale del resto) dove i due giocatori si  passano la pallina lentamente cercando solo di non farla cadere in terra per non interrompere il gioco. A noi rimane il potere, aprendo e chiudendo il libro di interrompere quella partita ogni volta che ci pare, riprendendola sempre dal punto in cui l’abbiamo lasciata.

Sicuramente si apprezza di più il contenuto delle pagine dopo aver visto i lavori di Soth, ma anche leggerlo a prescindere dalla conoscenza del fotografo può essere interessante, perché attraverso la conoscenza delle modalità operative e delle scelte di un’altra persona possiamo comprendere meglio le nostre e scoprire modi nuovi e diversi per guardare fuori dalla finestra di casa.

Di Annalisa Melas

Sito di Soth

Marina Sersale: insolita Venezia. Da vedere.

Venezia
Marina Sersale
Di giorno o di notte, con sole, pioggia o neve, Venezia è la città più magica che abbia mai visto. Incredibilmente romantica – insopportabilmente così, come una torta troppo dolce intrisa di melassa in ogni vetrina.

Tutte le immagini sono di Marina Sersale
Continua a leggere

Gerard Uferas, da conoscere!

Unknown.jpeg

In questo mese di gennaio, trovate il tempo per dare un’occhiata al lavoro di questo fotografo parigino: Gerard Uferas

A 30anni comincia la realizzare reportage per il quotidiano francese Liberation, che gli organizzerà anche la sua prima mostra, dopodiché ha collaborato con il ghota della stampa europea, comprese testate italiane come Corriere della Sera, Repubblica, lo Specchio della Stampa, Io donna ecc.

Nel 1986 da il proprio contributo alla nascita dell’agenzia fotografica VU, insieme con Christian Caujolle, che lascia sette anni più tardi per passare all’agenzia Rapho; Ritrattista, autore di campagne pubblicitarie e servizi di moda. Si è dedicato per anni ai backstage delle sfilate di alta moda, del teatro e del balletto

Tra i numerosi premi che gli sono stati assegnati, anche il secondo premio nella categoria Stories, Arts and Entertainmennt al World Press photo nel 1997

Le sue immagini sono parte di prestigiose collezioni come la Maison Européenne de la Photographie a Parigi, il Musée de l’Élysée a Losanna, la House of Photography a Mosca, il Salzburg Festival, il Fonds National d’art Contemporain e la Henkel collection in Germania

Mi auguro che il tempo che dedicherete alla visione delle immagini di questo fotografo, sia considerato da voi tempo ben speso.

Angelo

Vuoi imparare a parlare fotograficamente?

Ciao, siamo agli sgoccioli, il 27 gennaio partono i primi corsi da Musa, a Monza e sono molto emozionata e soddisfatta, ecco a riproporvi i corsi che organizzo, ci sono percorsi davvero interessanti che spero possano esservi utili.

Sono molto contenta di avere uno spazio dove poter organizzare cose fotografiche! Ciao a tutti!

Presto vi inviterò all’inaugurazione!

Sara

Corsi avanzati

I corsi avanzati sono composti di più moduli e strutturati secondo una cronologia che permette di seguire un percorso di crescita omogeneo. Se preferisci partecipare ai singoli corsi, scegli nell’elenco qui sotto, Buona consultazione!

Per informazioni:  LINGUAGGIO FOTOGRAFICO E PROGETTUALITA’ Per tutte le persone interessate a capire come intraprendere un percorso riguardo alla conoscenza del proprio linguaggio e del linguaggio fotografico in generale. Il corso è basilare ed è strutturato in ordine logico per una perfetta formazione di base.

Se invece preferisci i corsi singoli, ecco qui l’offerta:

Il linguaggio fotografico

Costruzione di un progetto e del portfolio

Come trovare uno stile

esprimersi fullPer informazioni: TROVARE IDEE ED ESPRIMERLE A MODO TUO Questo corso, composto di più moduli, è stato creato per permettere una crescita e un percorso logico che ti permetta di esprimere le tue idee e trasformarle in fotografie che in gruppo, abbiano un senso compiuto.

Se ti interessano i corsi singoli, eccoli qui:

Ricerca dello stile personale

Sentire la fotografia

Creare un libro fotografico

fotogiornalismoPer informazioni:  MASTERCLASS  DI FOTOGIORNALISMO Adatto a tutte le persone interessate a capire come strutturare un lavoro di reportage utilizzando un metodo professionale.

Se ti interessa il reportage più in generale, ecco i corsi adatti a te:

Workshop di Reportage Adatto a chi comincia a raccontare con la fotografia scegliendo le immagini in base a coerenza stilistica e creazione di un andamento del racconto correttamente costruito.

street

Street Photography con Alex Liverani di Master of photography. A tutte le persone interessate a capire come muoversi per strada, come scattare e perchè,vle tecniche da usare e come interagire con la gente. Adatto ad amatori e professionisti.

Corsi e workshop

I nostri incontri sono propedeutici all’affinazione della capacità visiva ed espressiva di ogni studente. Tutti sono composti da parti pratiche e teoriche. Vi saranno discussioni sugli scatti effettuati. Lo scopo dei corsi è quello di migliorare le capacità e il metodo degli studenti, al fine di cercare o affinare lo stile personale. Alcuni di questi corsi potrebbero portare a sbocchi professionali. I docenti coinvolti sono professionisti del settore e vi accompagneranno nella crescita del percorso formativo.

Per informazioni Smartphone photography

smart

Per informazioni Smartphone photography A tutte le persone interessate a capire come sfruttare al massimo le potenzialità del proprio smartphone, per ottenere fotografie che nulla hanno da invidiare ad immagini scattate con macchine fotografiche, anche professionali.

Corsi sulla creatività

Portfolio fotografico, idee, perchè e come fare

Ricerca dello stile personale

Sentire la fotografia

Creare un libro fotografico

Corsi di fotografia di base

Base di fotografia

Fotografia junior

Corsi di ritratto

danza

Scatti in danza A tutte le persone interessate ad affrontare il tema della danza in fotografia, con incursioni parallele al ritratto ambientato, alla comprensione del rapporto diretto con i soggetti ritratti, a capire la qualità della luce in ogni singola posa, a capire come scegliere le fotografie migliori confrontandosi direttamente con tutor e ballerina. Il corso è adatto ad amatori e professionisti. Per partecipare basta la conoscenza della tecnica fotografica di base.

Corsi di postproduzione

Fotoritocco

Lightroom

Paesaggio e architettura

Il banco ottico

Workshop in viaggio

Scegli tra i viaggi

Vi aspettiamo numerosi!

Baci Sara

Buon Natale a tutti da Musa! Vi aspettiamo dal vivo!

LOGO natale MUSA 2018

Anche l’ultimo anno ha riservato belle sorprese e Vi ringraziamo molto per averci seguiti fin qui!

Ringrazio tutti i miei collaboratori: Anna, Angelo, Giovanni e Gianluca per l’aiuto che mi hanno offerto.

Ringrazio anche Laura Daví, Simona Buscaglia per le interviste e Annalisa Melas, nuova entrata!

BUON NATALE A TUTTI!

Vi aspettiamo dal vivo per l’inaugurazione dello spazio. Manca pochissimo, devo parlare con Babbo Natale!

Baci

Sara