La storia della Magnum Photos in televisione!

La Magnum Photos e i fotografi fondatori Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, George Rodger e David Seymour arriveranno sul piccolo schermo in una serie televisiva della Carnival. La serie è seguita personalmente dai dipendenti Magnum e uscirà nel 2017.

Breve storia della Magnum

La Magnum Photos è una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo. Fondata nel 1947 da Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, David Seymour, George Rodger, William Vandivert, ha la forma giuridica di Società Cooperativa, che riunisce – anche con lo scopo di proteggere il diritto d’autore in ambito fotografico e la trasparenza d’informazione – sessanta tra i migliori fotografi del mondo. Attuale Amministratore Delegato wordwide è l’italiano Giorgio Psacharopulo. La tradizione di Magnum prevede che le immagini scattate rimangano di proprietà del fotografo Magnum e non delle riviste dove esse vengono pubblicate, permettendo all’autore di scegliere soggetti, temi e orientare la produzione verso uno stile più aderente a quello del fotografo e libero da vincoli.

L’agenzia nasce dalla combinazione di piccole macchine fotografiche e di grandi menti che avevano acquistato grande sensibilità negli anni della seconda guerra mondiale, anni di grandi eccessi emotivi; subito si impone per la capacità fresca e nuova di essere nel mondo e sulla notizia. I suoi rappresentanti crearono una struttura in cui non le riviste, ma i fotografi, fossero in grado di gestire la produzione e decidere dove, come e per chi lavorare. La libertà d’azione significava anche poter concedersi reportage di ampio respiro, più personali, in cui l’autore potesse raccontare meglio, di più e in profondità. I Quattro fondatori si dividevano la sfera d’influenza, Cartier-Bresson sceglierà l’Asia (con lunghi viaggi in Cina, India, Birmania e Indonesia), Seymour si concentrerà sull’Europa, Rodger sull’Africa, mentre Capa, dall’America, sarà pronto a partire per ogni dove. Le forti personalità dei quattro fondatori attirarono l’interesse di coloro, colleghi, che comprendevano la portata di un simile modo di pensare, da uomo e da fotografo, il proprio lavoro.

Il circolo Magnum andò allargandosi, in cinque anni, aveva aggiunto giovani di talento come René Burri, Elliott Erwitt ed altri, acquisendo una fisionomia sempre più riconoscibile. Nessun fotografo è uguale all’altro e la forza del gruppo nasce proprio dalla diversa creatività e dalle imprese individuali di ognuno. Poiché questi reportage non trovano spesso spazio sufficiente sulle riviste, per molti autori la dimensione per esprimersi diventa quella più pensata e autonoma del libro o quella più libera e creativa della mostra. I risultati sono esperimenti, allora nuovi, di un modo di comunicare e vivere la fotografia, senza limiti e confini.

Grazie a questa politica incentrata sulla tutela del fotografo, sia legalmente che professionalmente, l’agenzia Magnum ha raccolto intorno a sé molti dei migliori fotografi, permettendogli di esprimere il personale significato di fotografia e il loro rapporto con il mondo documentato.

L’agenzia Magnum ha prodotto alcuni tra i più importanti e spesso drammatici reportage degli ultimi anni, documentando guerre (il Vietnam di Phillip Jones Griffiths), catastrofi etniche (la carestia in India di Werner Bischof) o eventi sociali (il movimento americano per i diritti civili di Leonard Freed), ma anche sottolineando, con personali e originali interpretazioni, quegli aspetti della società non evidenziati dal giornalismo tradizionale, raccontando il mondo degli anziani (Martine Franck), la vita dei minatori in Bolivia (Ferdinando Scianna) oppure i curiosi ritratti canini di Elliott Erwitt.

A causa dell’impegno in prima linea dei propri membri, l’agenzia è stata funestata da episodi drammatici, quali la scomparsa nel primo decennio di vita di due soci fondatori, Robert Capa e David Seymour, oltre al già citato Werner Bischof.

Magnum nasce con due sedi, a New York e Parigi, a cui in seguito si aggiungeranno Londra e Tokyo, per meglio organizzare le missioni dei fotografi.

Da Wikipedia.

Come diventare membri

Diventare membri dell’agenzia Magnum richiede la presentazione di un portfolio all’agenzia che nella riunione annuale deciderà se ammettere il fotografo ad un affiancamento di circa due anni con un fotografo membro, terminato il quale si acquisisce la carica di associato. Trascorsi ulteriori due anni, previo giudizio di un ulteriore portfolio, si diventa membri a tutti gli effetti, con il diritto di votare nelle annuali riunioni dell’agenzia. Il corrispondente è invece un fotografo non legato direttamente all’agenzia se non per lavori occasionali. Le prime selezioni sono a Maggio di ogni anno. A dire il vero non so più se sia così.

I fondatori
1947 Robert Capa
Henri Cartier-Bresson
David Seymour
George Rodger
William Vandivert
Maria Eisner
Rita Vandivert
I membri
1949 Werner Bischof
1954 Cornell Capa, Elliott Erwitt, Burt Glinn, Erich Hartmann
1955 Erich Lessing, Inge Morath, Marc Riboud
1957 Eve Arnold, Eugene Smith, Dennis Stock
1958 Wayne Miller
1959 René Burri, Bruce Davidson, Ernst Haas
1961 Sergio Larrain
1965 Constantine Manos
1967 Ian Berry, David Hurn, Marilyn Silverstone
1968 Bruno Barbey
1971 Philip Jones Griffiths
1972 Leonard Freed
1974 Paul Fusco, Josef Koudelka, Gilles Peress
1977 Richard Kalvar, Guy Le Querrec
1979 Raymond Depardon, Alex Webb
1980 Susan Meiselas
1982 Eugene Richards
1983 Martine Franck, Chris Steele-Perkins
1985 Abbas
1986 Jean Gaumy, Harry Gruyaert, Peter Marlow, James Nachtwey (membro fino al 2001, anno in cui ha fondato l’agenzia VII), Steve McCurry
1988 Eli Reed
1989 Thomas Hoepker, Hiroji Kubota, Ferdinando Scianna
1990 Stuart Franklin, Patrick Zachmann
1993 Steve McCurry, Larry Towell
1994 Carl De Keyzer, Nikos Economopoulos, Martin Parr, Gueorgui Pinkhassov
1997 David Alan Harvey, John Vink, Donovan Wylie
2001 Chien-Chi Chang, Alex Majoli, Lise Sarfati
2002 Bruce Gilden
2004 Thomas Dworzak
2005 Paolo Pellegrin

Il sito ufficiale dell’agenzia è Magnum photos, che contiene anche le biografie dei membri e i loro lavori.
L’agenzia Magnum è rappresentata in Italia da Contrasto.

Annunci

4 pensieri su “La storia della Magnum Photos in televisione!

  1. Buona notizia!

    Consiglio, in generale, la lettura del libro “Messa a fuoco” di Carlo Arturo Quintavalle, in generale da leggere per le riflessioni sulla storia della fotografia. Letto nel ’94, durante l’università, ha lasciato un certo segno, sia per la “pesantezza” ma devo dire soprattutto per la profondità.
    Custodisco il libro come sacro nella mia piccola libreria fotografica.

    Un saluto.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...