John Dykstra, senza post-produzione, ecco cosa riesce a fare!

Ciao a tutti, oggi volevo farvi conoscere questo fotografo che mi ha colpito e mi piace un bel po’. Porca vacca! Ciao Sara

Studio_Session-140-Edit-1

http://johndykstra.us

Lui si chiama John Dykstra.

“Quando ho iniziato a fotografare, volevo essere un artista e non avrei mai fatto lavori commerciali o documentari” dice di sé l’autore “Quello che non sapevo era quanto velocemente si sarebbe sviluppato il mio amore per la fotografia.”

http://johndykstra.us

“Mi sono innamorato della ritrattistica frequentando alcune lezioni al college per lo studio dell’illuminazione in studio. Prima pensavo di fare il paesaggista, ma dopo quel corso, tutto finito! Solo ritratti! Questo non vuol dire che non farò mai paesaggi o nature morte, ma il processo di ripresa delle persone ha totalmente trasformato il mio lavoro.”

http://johndykstra.us

http://johndykstra.us

“Credo nel potere della prospettiva. Nel mio lavoro, uso effetti dimostrare come la prospettiva influisce sulla nostra vita e sulla nostra percezione.

Il mio obiettivo è creare fotografie che stiano tra astrazione e realtà. Disegnando le connessioni tra le illusioni del realismo e la soggettività dell’esperienza umana, il mio lavoro indugia tra la luce del giorno e il sogno ad occhi aperti.

Evitando le pesanti tecniche di post-elaborazione, costruisco le mie fotografie dal vero. Inserisco disegno, pittura e scenografia nella mia fotografia. Grazie alla piattezza della fotografia, alla sua precisione nel catturare la somiglianza con la realtà, sono in grado di nascondere i trucchi delle mie illusioni.”

http://johndykstra.us

L’artista americano John Dykstra è un illustratore e uno studente di fotografia che lavora a Detroit, Michigan. È stato inizialmente attratto dalla fotografia a causa del suo fascino per la luce, il modo in cui opera e la nostra capacità di manipolarla evoca una risposta viscerale. Con 8 anni di pratica fotografica alle spalle, John ha un’esperienza tecnica che va dalle fotocamere reflex alle fotocamere da campo 4 × 5. Perseguendo i suoi sforzi creativi sotto lo pseudonimo “Jondy” dal 2014, Dykstra ha in programma di intraprendere numerosi progetti creativi nei prossimi anni.

Ciao a tutti!

Sara

6 pensieri su “John Dykstra, senza post-produzione, ecco cosa riesce a fare!

Rispondi