Tanto per chiarire !

Buongiorno! Per chiarire meglio il discorso di ieri. Io non sono interessata alla differenza tra amatore e professionista. Non temo né amatori né professionisti, sto benissimo. MA come fate a dirmi che chi fa una foto (qualsiasi) premendo quel cacchio di tastino e’ un fotografo. Io non me la prendo perché ho paura. Credo di meritarmi una definizione, dato che ci vivo di fotografia.
Vi faccio un esempio. Ora immaginatevi che scriva su un foglio la parola “illumino”. Sono uno scrittore? Sono un poeta? Se scrivo: Mattino. M’illumino di immenso. Cambia? Ecco il fotografo fa uguale. La differenza e’ qui. A questo serve la fotografia. Il risultato e’ lo stesso?
Il fotografo non produce singoli scatti, praticamente mai. Quindi non si è fotografi se non si sa fare questo.
Si, ci tengo ad una definizione perché quando uno chiede ad uno scrittore : Che lavoro fai? E lui risponde lo scrittore, nessuno pensa che abbia scritto casuali parole su un foglio.
Dato che sto dedicando la mia vita alla fotografia, vorrei che fosse chiara la differenza. Tutto qui. Oggi torno a casa e posso rispondere da pc. Con il cellulare in questi giorni e’ stato un vero casino.

Annunci

18 pensieri su “Tanto per chiarire !

  1. Capisco la tua frustrazione, è più che gistificata, in quasi tutte le attività creative accade questo, una grande confusione di ruoli: professionisti , amatori, pseudo artisti… credo che uno dei modi per identificare la categoria a cui appartengano sia di ascoltarli e vedere ciò che hanno da dire… nell’arte penso sia fondamentale il perché di un opera, se manca sarà un manufatto senza anima….

    Mi piace

  2. Sara continuo a restare della mia opinione ma la affini un po’ . Chi fa il fotografo fa il fotografo professionista. Poi c’è tanta gente che fa fotografia, fotografia di alto livello (esprimendo qualcosa o raccontando storie come hai giustamente detto ieri) o fotografia orribile . Costui non fa il fotografo, fa fotografia, di alto o basso livello

    Marco

    Mi piace

  3. Concordo pienamente sul senso della definizione che intendevi, ma ribadisco la necessità di una distinzione tra chi si occupa di fotografia professionalmente da chi lo fa amatorialmente, altrimenti perché arrabbiarsi ?

    Mi piace

    • Ma chi si arrabbia?? Figurati, io pongo delle domande per capire cosa pensano le persone. Mi piace capirlo e sono disposta a cambiare opinione su ogni singola cosa! Baci. Sono in aeroporto, torno a casina!

      Mi piace

  4. Bene, mentre ti godi il ritorno a casa, chiarisco anche la mia opinione. Dal momento che non ne faccio una questione semantica, e dal momento che, oggettivamente, non trovo un termine coniato o coniabile per un accurato distinguo, devo accettare che il termine “fotografo” includa chiunque prema quel famoso tastino. Avendo, peraltro, inteso che siamo più o meno tutti d’accordo nell’affermare che non è la professione a definire la qualità, lascerei che ognuno sviluppasse quel minimo di umiltà per capire che non basta possedere una reflex per diventare Irving Penn. D’altro canto, all’idraulico che fa foto, se si chiedesse “cosa fai nella vita” non dirà “faccio il fotografo”, mentre così risponderà chi lo fa per professione. Spero solo che non dica: “faccio l’artista”…..

    Mi piace

  5. In un paese dove un ‘dottore’ o ‘ingegnere’ non si nega a nessuno, stai affrontando una problematica non da poco 😀
    Per me c’è chi fa arte e chi no, chi con la fotografia comunica e chi no, chi fa qualcosa di bello e chi no, al di là della partita IVA
    Ciao

    Mi piace

  6. È un concetto difficile da spiegare, è il contenuto che fa la differenza, non so come avviene, ma nel mio caso è una questione di empatia e sensibilità…se un opera ha dei contenuti questi si trasmettono a chi sa coglierli .la differenza fra artista della fotografia e semplice utizzatore del mezzo sta qui, non si può barare .è un concetto impalpabile come quando si è in sintonia con una persona non si sa il perché mentre con un altra non c’è feeling chissà perché. .l’utizzatore non comunica , non ha nulla da dire, poi subentra il discorso dei gusti personali in ogni caso un vero artista va al di la’ dei gusti personali ad esempio caravaggio puo’ non piacere a tutti ma nessuno può affermare che non sia stato un grande artista, la vera opera d’arte ti cattura.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...