Il programma di Arles di quest’anno!

Con circa 35 mostre, Rencontres d’Arles si afferma come osservatorio
internazionale della migliore fotografia del mondo, sempre volto e attento agli sviluppi della fotografia contemporanea.

SETTIMANA di APERTURA 29 Giugno – 5 Luglio 2020

CHARLOTTE PERRIAND, FERNAND LÉGER
PHOTOMONTAGE POUR LE PAVILLON DU MINISTÈRE DE
L’AGRICULTURE, EXPOSITION INTERNATIONALE DES ARTS ET
TECHNIQUES DE LA VIE MODERNE, PARIS, 1937. ADAGP, PARIS, 2020.
ARCHIVES CHARLOTTE PERRIAND.
EXPOSITION COMMENT VOULONS-NOUS VIVRE ?
LA POLITIQUE DU PHOTOMONTAGE.

Qui il link alla presentazione

Qui il link per tutte le mostre

Qui le info pratiche

Le mostre di Arles

Buona visione, Sara

International month of photojournalism a Padova. Da non perdere!

Torna Photolux! Non perdetevelo.

Banner-sito2-1

Torna a metà novembre Photolux, festival internazionale di fotografia, con un programma ricchissimo. Se riuscite, fateci un salto!

Anna

Photolux Festival 2017 | Lucca, 18 nov – 10 dic

©-Jacques-Henri-Lartigue--1024x926©-Jacques-Henri-Lartigue

“Il Mediterraneo è un immenso archivio e un profondo sepolcro.”
(Predag Matvejevic)

Le parole di Matvejevic risuonano, nella loro attualità.
Il Mediterraneo è lo scenario nel quale negli ultimi anni si sta consumando l’emergenza umanitaria legata ai flussi migratori verso le coste europee, una delle più gravi per le sue proporzioni in termini di persone coinvolte e per le ripercussioni sul sistema di valori e sull’identità dell’Europa.
E oggi più che mai si avverte l’urgenza di tornare a interrogare il Mediterraneo e la sua storia, di trovare un nuovo dialogo tra le culture.

L’edizione 2017 di Photolux Festival vuole essere un focus sui fotografi del Mediterraneo e su quelli che del “mare nostrum” hanno fatto l’oggetto del proprio sguardo, che dia luogo a inedite contaminazioni e che provi a raccontare un mare dove da millenni si incontrano e scontrano civiltà che ne arricchiscono e complicano la storia.

Tra le mostre principali, vi segnaliamo in particolar modo: Jacques-Henri Lartigue | Diary of a century, Josef Koudelka | Vestiges, Paolo Verzone | Cadetti, Nick Hannes | Mediterranean. The continuity of man, Bernard Plossu | L’heure immobile. Métaphysique méditérranéenne, Albert Watson | Maroc.

©Joseph Koudelka

JORDAN.Amman

Qui le mostre

Qui il programma

Qui le letture portfolio

Come sempre ricco il programma del festival: oltre alle tantissime mostre (qua sopra trovate solo le principali, ma non limitatevi a quelle),  ci saranno letture portfolio, talks, workshop e presentazioni di libri, tra cui – da non perdere – Storytelling a chi? di Sara Munari:

DOMENICA 10 DICEMBRE
ore 16:00 | Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, via San Micheletto, 8
Presentazione dell’ultimo libro di Sara Munari, Storytelling a chi? (ed. emuse)

Qui il link al sito del Photolux

 

Festival di fotografia da non perdere a Maggio, in Italia

600x700

Ecco i Festival di fotografia che vale la pena visitare nel mese di maggio, in Italia.

Sui siti troverete informazioni su workshop, letture portfolio, incontri e mostre.

Ciao Sara

Fotografia Europea a Reggio Emilia

Photofestival, a Milano

Giornate di Fotografia, nelle Marche

Festival della fotografia istantanea,  Bologna

DalmineMaggioFotografia, a Dalmine (Bergamo)

BìFoto, un festival da non perdere.

8.jpg

La sesta edizione di BìFoto ha preso il via lo scorso 18 giugno, nelle splendide sale del museo del tappeto di Mogoro (OR) e se è dal mattino che si vede il buongiorno, i presupposti ci sono tutti, perché possa ricalcare o addirittura migliorare il successo delle scorse edizioni. Dal 2011 l’unico scopo della manifestazione rimane la diffusione della cultura fotografica in Sardegna e nelle sei edizioni sono stati ospitati fotografi del panorama nazionale ed internazionale, senza tralasciare di affiancare a questi, i lavori di giovani emergenti.

4.jpg               5.jpg

Circa 400 appassionati hanno assistito alla serata inaugurale, contrassegnata da un omaggio alla fotografa Antonia Dettori, scomparsa pochi mesi fa, a cui gli organizzatori, Stefano Pia e Vittorio Cannas, hanno voluto dedicare questa edizione.Quest’anno il “Verde” è il filo che lega le tredici mostre visionabili fino al 3 luglio, sette selezionate dall’organizzazione più i sei lavori vincitori del concorso “Se dico verde tu cosa pensi?” MU.SA. oltre che come media partner della manifestazione è presente con la mostra di Sara Munari: “Sonia, una bellissima parrucca” e con “Black & Wild”, visionabile anche nella galleria degli autori MU.SA. e realizzato da chi scrive.

1.jpg                   2.jpg

Oltre alle mostre, gli intervenuti nel primo fine settimana, hanno potuto avvalersi dei consigli di Sandro Jovine, Sandro Bini e Sara Munari, a disposizione per la lettura dei portfoli e della presentazione di “BE THE BEE BODY BE BOOM” ultima fatica editoriale di Sara. Book shop, aperitivi fotografici, workshop, conferenze, rappresentazioni di fotografia stenopeica e tanto altro, sono nel programma dei prossimi week end.

6.jpg                     3.jpg

7.jpgBìFoto è un luogo dove la fotografia va incontro alla gente, senza filtri e ormai una tappa che gli appassionati sardi, e non solo, segnano sul calendario;  questo è sicuramente gratificante per gli organizzatori che si trovano rivestiti dell’impegno di offrire ad ogni edizione, un programma espositivo e di iniziative, di sempre maggior qualità, per soddisfare i visitatori.

Il festival è rimasto il solo, dedicato interamente alla fotografia, sul territorio sardo, per questo ci sentiamo di consigliare tutti coloro che si trovano in Sardegna da qui al 3 luglio, di mettere in programma una visita alla manifestazione, Stefano, Vittorio e tutti coloro che collaborano a questo progetto, vi aspettano!!!

Angelo

 

Andiamo ad Arles?

AR153259

Les Rencontres d’Arles (Gli incontri di Arles) è un festival di fotografia che si tiene tutti gli anni ad Arles durante i mesi estivi. Anche quest’anno saranno almeno sessanta le mostre che si organizzeranno. Spesso ho trovato migliori quelle del circuito off, rispetto a quelle scelte per il circuito ufficiale.

I luoghi dove sono allestite sono spesso stupendi, di eccezionale valore storico e architettonico della città di Arles. Les Rencontres d’Arles costituiscono, insieme ad altri importanti festival in Europa e nel mondo, il fulcro di quello che dovrebbe essere la fotografia contemporanea.

Alcune mostre sono organizzate con la preziosa collaborazione di musei e enti legati alla fotografia, sia francesi che non.

Questo il sito ufficiale

Le date vanno dal 4 luglio al 25 settembre 2016.

Qui le info utili per il festival (prezzi ed entrate)

Qui gli alberghi disponibili

Come arrivare ad Arles

Dall’Italia

Autostrada A7 then A54, exit Arles Centre

Dalla Spagna

Autostrada A9 then A54, exit Arles Centre

Noleggio auto

Blablacar

Drivy

Koolicar

Parcheggi

Parc du Centre ( bd des lices ) / 8, rue Émile-Fassin

Place Lamartine / Quai du 8 mai

Boulevard Émile-Combes

Boulevard Victor-Hugo

In treno

TGV Paris-Arles

4 hours

TGV Paris-Nimes + connection to Arles

TGV Paris-Avignon TGV + connection to Arles

train: 2h40 + bus or train: 40 min.

In autobus

Viaggi regolari da Marseille, Nîmes, Avignon.

BY PLANE

Nîmes airport: 25 km

www.nimes-aeroport.fr

Marseille-Provence airport: 65 km

www.marseille.aeroport.fr

Avignon airport: 35 km

www.avignon.aeroport.fr

Montpellier airport: 75 km

www.montpellier.aeroport.fr