John Berger – E i nostri volti amore mio, leggeri come foto

“E i nostri volti, amore mio … “è l’inizio di una lettera d’amore che l’autore firma di suo pugno e dedica ad ognuno di noi; un colloquio intimo con il lettore, lungo un percorso indisciplinato, che fonde saggistica, prosa e poesia, riflessione e racconto, frammenti presi dalla vita, ricchi di stimoli e intuizioni; una narrazione coinvolgente che pone a confronto con cose piccole e quotidiane, e con emozioni ritratte con un’intensità e una precisione folgoranti. Un cimitero sulla collina, la storia di Van Gogh, un quadro di Caravaggio. L’autore descrive ogni cosa come se la vedesse per la prima volta, e fa nascere nel lettore lo stupore di guardare il mondo in una luce nuova. Un diario intimo che è un’educazione sentimentale alla vita, denso degli interrogativi che attraversano l’esistenza di ogni uomo.

SE QUALCUNO HA UN LIBRO DA CONSIGLIARE, mi scriva una mail con un commento relativo al suo parere sul libro, che verrà pubblicato. Un libro che vi è piaciuto e che potrebbe farci crescere fotograficamente. GRAZIE!image

Rispondi