Una nuova autrice Mu.Sa: Chiara De Masi

Ciao, abbiamo selezionato per voi questa giovane autrice che ci presenta SA-MUE-LE, un lavoro sull’identità di genere, molto intimo e delicato.

Fateci avere le vostre impressioni.

SA-MUE-LE

Il percorso di transizione per i soggetti la cui condizione emotiva di malessere è legata al proprio sesso psichico, comincia con la consapevolezza di sè stessi.

A questo segue un iter di terapia psicologica, medica, giuridica e chirurgica.

Il progetto prende in esame un tempo che si trova perfettamente al centro, dopo l’inizio e prima della fine.

Un continuo mutare del corpo, continuo e costante.

Un puzzle di dettagli, di cambiamenti visibili e invisibili, che diventano forma.

La transessualità (il DIG, Disforia di Genere) non è più considerata dall’OMS una patologia psichiatrica.

Chiara de Masi

Nata in provincia di Lecce nel 1992.
Ha conseguito il Master triennale presso la Scuola Romana di Fotografia.
Attualmente vive e lavora a Roma come fotografa Freelance.

Annunci

27 pensieri su “Una nuova autrice Mu.Sa: Chiara De Masi

  1. Splendido lavoro. Il dettaglio come via per spiegare un percorso importante. Delicato e al tempo stesso parecchio esplicativo. Complimenti a Chiara per una splendida ricerca.

  2. L’alfabeto (linguaggio fotografico) utilizzato è intelligente, creativo, originale, elegante e accattivante e, costantemente al servizio della coerenza seriale delle immagini. Forse, ma questo potrebbe essere un mio limite, un po’ meno al servizio della “comprensibilità del racconto”, in rapporto alla tesi del progetto fotografico. La delicatezza, l’intimità e la sensibilità di pensiero, emergono in ogni immagine, catturando l’attenzione e la curiosità. Un gran bel lavoro… complimenti a Chiara.

  3. È un bel lavoro, tecnicamente perfetto, ineccepibile, ma scarsamente emozionale. Mi appare quasi come un identikit; è uno studio anatomico di un corpo, delle sue sezioni ed evoluzioni, ben fatto, ma da cui non traspare la crisi e l’evoluzione psicologica legata al cambiamento di condizione e la sensibilità umana che lo muove. Comunque brava!

  4. non capisco, mi sembra tu sia distante, un esercizio ben fatto certo, ma non riesco a vedere la crepa da cui passa la luce. fotografie tecnicamente ottime
    con rispetto.

  5. …..semplicemente …Eccellente !!!
    Chiara De Masi ,la tua sensibilità, la tua professionalità sono evidenti.Brava

  6. Foto semplicemente stupende per un progetto delicatissimo!
    Sempre bravissima, stai crescendo professionalmente sempre di più, tantissimi complimenti Chiara per il tuo ottimo lavoro.

  7. Se c’è una cosa che ho imparato è che va rifatto il quadro
    Se c’è una teoria va rivista. Dedico questa frase al lavoro di Chiara De Masi, complimenti per la chiarezza che hai nei tuoi scatti.

  8. Se c’è una cosa che ho imparato è che va rifatto il quadro
    Se c’è una teoria va rivista.
    Dedico questa frase al lavoro di Chiara De Masi, complimenti per la chiarezza che hai nei tuoi scatti.

Rispondi