Il primo libro di fotografia.

Se dovessi descrivere le condizioni ideali per affrontare questa lettura, non potrei che pensare a una copertina di pile sulle gambe, un foglio di carta, una penna, una tisana fumante e un bel po di tempo a disposizione, per poter affrontare con la dovuta calma e la necessaria attenzione una lettura sicuramente impegnativa, ma anche piena di stimoli.

715Z4dSqvWL

Il libro è quello di David Bate: Il primo libro di Fotografia, nell’edizione ampliata.

Un viaggio attraverso la fotografia da un punto di vista prettamente teorico, che affronta i vari generi  accompagnando i testi con immagini che aiutano a comprendere i concetti spiegati e descritti (non sempre semplici da afferrare in effetti!).

David Bate ci racconta la fotografia dunque, attraversando i generi e analizzandoli, cercando di descriverne le caratteristiche e le peculiarità; mettendo in relazione le scelte del fotografo con l’intenzione comunicativa, ci parla di ritratto, di documentario e narrazione, di paesaggio e   natura morta; ma affronta anche lo spinoso problema del rapporto che la fotografia ha avuto e ha col mondo dell’arte, nonché della relazione (non tanto segreta) che ha con la globalizzazione dell’immagine, cercando di spiegare quale effetto ha avuto l’incontro delle due sull’immagine fotografica e sulla percezione che se ne ha.

Vi chiederete magari: “A cosa servono copertina, tisana, carta e penna?”

Beh, si tratta di una lettura non facile, indicata per il periodo invernale, quando le giornate corte e il tempo avverso frenano l’impulso ad uscire fuori di casa, quindi, la copertina scalderà il vostro corpicino mentre vi perderete nelle pagine del libro; la tisana vi aiuterà a rilassare la vostra mente, mentre carta e penna vi serviranno per annotare le mille domande che vi farete, o che avreste voluto fare al signore che ha scritto il libro, per poi andare a cercare le risposte nei suoi consigli di lettura alla fine, o fra le pagine virtuali del vostro più fedele amico Google.

In qualsiasi caso è una lettura non leggera che consiglio però vivamente e tutti coloro che vogliono provare ad avere un approccio anche teorico alla fotografia.

Io l’ho trovato molto bello.. e poi ci sono un sacco di foto che fa sempre piacere rivedere.

Per l’acquisto David Bate – Il primo libro di fotografia

downloadCopertina vecchia edizione

Recensione di Annalisa Melas www.annalisamelas.it

Annunci

Rispondi