Ara Güler, un ricordo.

Kähne und Möven, Goldenes Horn, 1955Ara Güler è un fotografo turco di Istanbul, nasce nel 1928, da genitori Armeni. Lavora prima nel cinema, poi nel teatro, ma abbandona tutto per dedicarsi al fotogiornalismo. Diventa reporter del giornale Yeni Istanbul nel 1950.

Güler diventa famoso e le sue foto sono molto apprezzate tanto da permettergli di collaborare con altri importanti giornali internazionali come Paris Match, Stern e il londinese Sunday Times. Incontra Henri Cartier-Bresson e Marc Riboud, che lo chiamano nell’agenzia Magnum Photos. Soprannominato “l’occhio di Istanbul”, Güler ci racconta Istanbul con amore e umanità.

I suoi libri per chi volesse approfondire.

Ara Güler’s Istanbul
Arrêt sur images
Istanbul 
Photojournalist: The Life Story of Ara Guler
Stamboul Ghosts: A Stroll Through Bohemian Istanbul

Il suo sito

La sua biografia completa in spagnolo

Ciao

Sara

 

Annunci

4 pensieri su “Ara Güler, un ricordo.

Rispondi